Aggiornamento Coordinatore Sicurezza: hai mai pensato al corso online?

L’aggiornamento per la sicurezza nei cantieri è obbligatorio ogni 5 anni. Scopri perché aggiornarti con un corso online.

 

La sicurezza nei cantieri è sempre un tema caldo, per architetti, geometri e ingegneri. L’aggiornamento costante in questa materia è sicuramente fondamentale per essere sempre pronti ad affrontare ogni situazione sapendo bene cosa si va a fare, sia in fase di progettazione che di esecuzione in cantiere.

Come saprai, il 15 maggio 2018 è scaduto il secondo quinquennio dall’entrata in vigore del decreto legislativo 81/2008 che prevede l’aggiornamento obbligatorio per i coordinatori della sicurezza nei cantieri (siano essi CSP o CSE).

Se ricopri tale carica da prima del 15 maggio 2008, e non ti sei ancora aggiornato, ti trovi a leggere questo articolo essendo un po’ fuori tempo massimo. Ma non c’è da scoraggiarsi!

La normativa parla chiaro:

Il coordinatore della sicurezza che non adempia all’obbligo di aggiornamento nei tempi previsti, perde la propria operatività. Ciò vuol dire che, fino a quando non viene completato il monte di ore previsto dall’aggiornamento, egli non potrà svolgere tale funzione.

Tuttavia non si tratta di una decadenza dalla carica, ma solo di una sospensione: riprenderà ed essere pienamente abilitato, una volta maturato il monte di 40 ore di formazione.

Insomma… hai ancora l’occasione di metterti in pari e riacquisire tutte le funzioni di coordinatore della sicurezza nei cantieri. Ora la palla passa a te: prima ti aggiorni, prima potrai tornare in cantiere a offrire la tua professionalità!

In questo articolo ecco allora un breve riepilogo delle attività di cui potresti tornare a occuparti e i motivi per cui un corso online sia la soluzione più rapida ed efficace alle tue esigenze di aggiornamento. 

Chi è il coordinatore sicurezza nei cantieri e di cosa si occupa?

Il coordinatore della sicurezza nei cantieri sostanzialmente si occupa di garantire il coordinamento tra le varie imprese e figure professionali impegnate nel lavoro in cantiere. Tutto questo ha il fine ultimo di evitare rischi sul lavoro.

Le fasi in cui sono impegnati i coordinatori della sicurezza nei cantieri sono quella di progettazione (coordinatore per la progettazione o CSP) e di esecuzione (coordinatore per l’esecuzione o CSE). Queste due figure professionali possono essere due lavoratori autonomi o uno soltanto.

Queste figure professionali sono regolamentate dal testo unico per la sicurezza con il decreto legislativo 81/2008, lo stesso che sancisce l’obbligatorietà dell’aggiornamento sicurezza nei cantieri ogni 5 anni.

Il coordinatore della sicurezza nei cantieri è una figura chiave nei cantieri edili o dove comunque ci sia la necessità di proteggere gli addetti ai lavori in situazioni di smantellamento, equipaggiamento o manutenzione nei lavori di costruzione di opere fisse o temporanee. Insomma, questa figura si trova a metà fra il committente dei lavori ed il coordinamento di imprese, aziende e lavoratori autonomi che gravitano nell’ecosistema del cantiere in questione. Una bella responsabilità, eh!

Chi sceglie questo ruolo deve essere sempre aggiornato sulle normative e sulle specifiche tecniche costruttive in modo da garantire sempre la maggiore sicurezza possibile dei soggetti coinvolti nel suo operato, che siano imprese, macchinari o uomini. La sicurezza sul cantiere deve essere sempre garantita!

Coordinatore sicurezza nei cantieri: requisiti in fase di progettazione (CSP)

Il coordinatore sicurezza nei cantieri in fase di progettazione (o CSP) ha diversi compiti, ben esplicati nell’articolo 91 del testo unico sulla sicurezza, tra i quali:

  • stilare il piano di sicurezza e coordinamento (PSC) che fornisce la progettazione della sicurezza in cantiere;
  • redigere il fascicolo dell’opera e delle sue caratteristiche, un compendio di tutte le informazioni utili alla sicurezza dei lavoratori sul cantiere.

Questa figura deve occuparsi, insomma, di garantire la sicurezza e la tutela della salute dei lavoratori in cantiere. Il CSP, infatti, deve stabilire le linee guida per la sicurezza in cantiere durante le fasi di progettazione. Il consulente dovrà organizzare le varie azioni da condurre in cantiere, anche in modo simultaneo (un’impresa lavora ad una sezione del progetto mentre un’altra si occupa di un’altra fase magari in contemporanea) in modo che queste si svolgano nel massimo della sicurezza per tutti gli operatori coinvolti

Coordinatore sicurezza nei cantieri: requisiti in fase di esecuzione (CSE)

La figura del coordinatore sicurezza nei cantieri in fase di esecuzione ( o CSE) e le sue mansioni sono regolamentate dall’articolo 92 del decreto legislativo 81/2008. L’attuazione del piano di sicurezza e coordinamento precedente redatto dal CSP ed il compito di vigilare e sorvegliare che l’impresa rispetti le regole di sicurezza sul cantiere sono compito del CSE.

La responsabilità di un errore nella corretta applicazione del PSC oppure il non seguire le regole stabilite per legge da parte delle imprese o dei professionisti che operano sul cantiere ricadono sul CSE. Per questo motivo è obbligatorio l’aggiornamento costante in materia di sicurezza nei cantieri di lavoro.

I compiti di un coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione, oltre a quelli appena elencati, contemplano:

  • il controllo ed il coordinamento delle azioni previste dal piano di sicurezza e coordinamento (PSC) da parte delle imprese e dei lavoratori in cantiere;
  • la verifica del piano operativo di sicurezza (POS) e della sua coerenza con il PSC;
  • l’aggiornamento del fascicolo dell’opera e delle sue caratteristiche che, con l’avanzare dei lavori deve essere modificato. Se cambiano le condizioni di lavoro, cambia anche il modo in cui la sicurezza va rispettata e le azioni da fare in cantiere per garantire un ambiente di lavoro sano e sicuro per chi vi opera, imprese e lavoratori autonomi tutti;
  • ogni impresa ha il proprio piano operativo di sicurezza che deve essere aggiornato in funzione degli altri POS delle altre aziende operatrici sul cantiere. Il CSE deve assicurarsi che siano tutti in regola (ed applicati, poi, ovviamente);
  • organizzare tutta la comunicazione interna sul cantiere in materia di sicurezza tra i vari operatori (aziende, imprese, lavoratori autonomi, committenti) e la circolazione delle informazioni tra le parti;
  • verificare l’attuazione di piani, regolamenti secondo le norme di legge.
  • segnalare al committente eventuali inefficienze o inadempienze da parte delle imprese rispetto alla sicurezza in cantiere ed eventualmente proporre soluzioni (allontanamento delle imprese poco affidabili o sospensione dei lavori, risoluzione dei contratti o altre azioni similari).
  • in caso di lavorazioni pericolose, il CSE ha la possibilità di intervenire sulla situazione in modo diretto con una periodicità di visite in cantiere quando queste si verificano.

Il ruolo di coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione viene assegnato prima dell’affidamento dei lavori come sostiene l’articolo 90 del decreto legge 80/2008. è obbligatorio infatti nominare un CSE quando una o più imprese lavorano contemporaneamente sullo stesso cantiere.

Aggiornamento sicurezza nei cantieri: perché un corso online?

Il coordinatore della sicurezza nei cantieri è obbligato ad ottenere, ogni 5 anni, un aggiornamento formativo di 40 ore. Quello che non dice il decreto legge, però, è che chi fa questo lavoro passa tantissimo tempo in studio (vedi sicurezza nei cantieri in fase di progettazione) e in cantiere (vedi sicurezza dei cantieri in fase di esecuzione).

Come si può arrivare a coprire un aggiornamento sicurezza nei cantieri se c’è un obbligo di frequenza di 40 ore? Semplice, con un corso online di aggiornamento. Studi quando vuoi (tradotto: quando puoi, nelle pause, durante il pranzo o la cena) e ottieni un programma completo su tutto quello che devi sapere sulla sicurezza nei cantieri.

Il corso online di aggiornamento coordinatori della sicurezza in cantiere prevede tantissimi vantaggi, tra cui la totale deducibilità del costo. Nelle 40 ore formative avrai una completa panoramica sulle novità introdotte dal d.l.g.s. 81/2008, tutto quello che devi sapere sul fascicolo tecnico, sulla redazione dei piani di sicurezza e coordinamento, specifiche sulle diverse situazioni in cui potresti trovarti in cantiere, il sistema di verifiche ispettive e quello sanzionatorio, nozioni sulla comunicazione e di leadership in cantiere.

Insomma, un programma completo e approfondito per aggiornarti in tutta sicurezza! Ti aspettiamo online.

Aggiornamento Coordinatori Sicurezza Cantieri CSP/CSE (40 ore)

 

Carrello

Informazioni sui corsi?

Seguici sui Social!